Italian English French German Spanish
Web Office: +39 0833/73.01.14 --- Mobile: +39 329/16.68.075

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
(0 / 0 votes)

In Salento, lungo le fasce costiere di Santa Maria di Leuca, nel raggio di pochi chilometri di costa jonica e adriatica, si possono ammirare scogliere alte che scendono a picco sul mare; e qui si possono ammirare circa trenta grotte carsiche, scavate nel tempo della furia del mare e delle necessità dell'uomo.

Nelle grotte sono stati trovati reperti neolitici, come utensili in osso, armi e vari oggetti risalenti all'età della pietra ed ora si trovano esposti nel museo di Lecce e di Maglie.

Alcune grotte importanti di Santa Maria di Leuca.

La Grotta dei Giganti è chiamata in questo modo perché in essa sono stati rivenuti resti di pachidermi, e altri reperti come ossa umane, monete di bronzo; e la leggenda vuole che in essa fossero sepolti i corpi dei giganti uccisi da Ercole Libico;

La Grotta Porcinara è una grotta non nata naturalmente, ed è divisa in tre ambienti dove sono presenti sulle pareti testimonianze greche o latine, e su una di queste stanza è stata utilizzata come luogo di culto cristiano con i bizantini, e per questo vi sono delle croci scolpite;

La Grotta del Diavolo è stata chiamata così perché in essa si sentiva l'eco delle onde del mare, e le persone del posto credevano che era il demonio, accessibile sia dal mare che da terra;

 

 

Ricerca:

Info e Prenotazioni

Daniele Potenza

Daniele Potenza

info@spiaggesalentine.it
+39 329/1668075

Richiesta Veloce

Nome e Cognome(*)
Valore non valido

Email(*)
Valore non valido

Messaggio(*)
Valore non valido